giovedì 26 agosto 2010

Bruce Springsteen - The Promise: The Darkness on the Edge of Town Story


Nuova chicca a breve nei negozi di dischi: la foto dice tutto.
Come al solito c'è il box set "De Luxe", la cd-edition e la vinyl-edition.
Francamente: non se ne può più. Ma aspetto con terrore le prossime "puntate"...


Note e links:
Grazie al blog di Paolo Vites per la segnalazione.

43 commenti:

Stefania248 ha detto...

Io che non ho nemmeno un cd del Bruce, potrei acquistarlo. Ma siamo sicuri che ci sia dentro il meglio?
;)

allelimo ha detto...

No. Il meglio assoluto del Boss lo trovi in questa raccolta di 10 cd.

Stefania248 ha detto...

:D
La voglio!
:D

silvano ha detto...

Passo.

Harmonica ha detto...

Sarà il mio prossimo acquisto! :OP

allelimo ha detto...

silvano e Harmonica: ma vi riferite al nuovo "The Promise" o alla raccolta in 10 cd? ;)

Joyello ha detto...

Mai amato Brus.
mi sta simpatico.
ma mi sta simpatica anche lady Caga.
non mi avrà

allelimo ha detto...

Mannaggia, ho avuto una nuova epifania scatenata dalla parola "simpatico".
Finalmente ho capito perchè il Boss mi "disturba" tanto: perchè in effetti - come personaggio - mi sta simpatico, e mi piacerebbe risucire a farmi piacere la sua musica, che invece continuo a trovare eccessiva, pomposa, enfatica. L'esempio perfetto del "rock ridondante"... :)

Sigur Ros ha detto...

Hai mai ascoltato Nebraska, o The Ghost Of Tom Joad? Così, per curiosità..

allelimo ha detto...

Tutti interi, no.
Ho comprato all'epoca "Darkness" e anche "The River". Non essendomi piaciuti, ho smesso.
Il resto l'ho sentito da tv/radio/etc., e come credo di aver già scritto, non ho mai sentito nulla che mi abbia spinto ad approfondire ulteriormente.
D'altronde, il tempo è quello che è, e ho sempre trovato altre cose più interessanti del Boss :)

Sigur Ros ha detto...

Capito.

Harmonica ha detto...

@Alle

Darkness naturalmente

allelimo ha detto...

Harmonica: eppure, la raccolta in 10 cd è spettacolare ;)

Elvis Esse ha detto...

ma tipo parlare di musica? voglio dire se non hai argomenti, potresti scrivere di sport politica, cinema, viaggi, tipo dove sei stato in vacanza, hai mangiato una bella frittura di calamari.. cose così..
si vede ke parli di cose che non conosci, qui; perchè gli inediti di darkness non rappresentano solo una delle megliori cose realizzate da bruce springsteen, ma in generale il meglio del mainstream rock anni '70
però ovviamente dico questo solo per infastidirti, visto che egomaniaco come sei, non credo proprio replicherai parlando di musica e del disco in questione..
fra parentesi la musica che piace a te, fa cagare al 90% degli ascoltatori di musica esistenti sul globo..
saluti da cosenza
Elvisesse

DiamondDog ha detto...

la ripubblicazione esasperata delle discografie alla ricerca di nuovi acquisti sempre da parte dello stesso target è un fenomeno che colpisce tutti gli artisti mainstream, mica solo il Boss....

allelimo ha detto...

DiamondDog: e infatti questa è la terza puntata di "speculazioni discografiche", dopo quelle dedicate ai Rolling Stones e a Bob Dylan.
Stai pur sicuro che appena verrà pubblicato, per dire, il cofanetto dei Sonic Youth con "Evol" in versione originale, remixed, remastered, mono, surround 5.1, due dischi di inediti, 26 Dvd con tutti i concerti del tour, poster/maglietta/spiletta, il tutto evidentemente in doppia versione digitale ed analogica e rigorosamente a tiratura limitata... beh, non mancherà in quel caso una nuova puntata di questa rubrica :)

Perchè il punto qui non è la qualità della musica (e rispondo quindi a Elvis Esse), ma il puro intento speculativo di certe iniziative: sarò egomaniaco, ma mi danno fastidio eticamente. Che riguardino artisti che mi piacciono oppure no.

Poi, parlare della musica contenuta in questa edizione di "Darkness", ammetto, non ne sono capace.
Forse perchè l'edizione in questione è stata solo annunciata e sarà disponibile per l'acquisto da novembre, o forse solo perchè sono un inguaribile egomaniaco senza argomenti... :)

Trovo comunque curioso pensare che una serie di inediti (parentesi: quando registri un disco, di solito "avanzano" sempre dei brani, che ti convincono meno - per decine di ragioni - di quelli che poi finiscono sul "prodotto" finito. Normalmente gli inediti questo sono: pezzi originalmente scartati all'epoca della loro realizzazione) siano "non solo una delle megliori cose realizzate da bruce springsteen, ma in generale il meglio del mainstream rock anni '70".
Le strade della discografia sono infinite, è vero, ma accipicchia: il Boss aveva registrato le sue più belle canzoni di sempre, anzi le più belle canzoni di sempre di tutti gli anni '70, e le ha tenute nel cassetto per 30 anni, pubblicandone nel frattempo innumerevoli altre - ma tutte più brutte?
Sindrome precoce di Tafazzi?

Sul fatto che "la musica che piace a me, fa cagare al 90% degli ascoltatori di musica esistenti sul globo", un paio di note:
1 - probabilmente la percentuale è molto più alta del 90%, stando alle classifiche di vendita. Quella percentuale lì, sempre parlando delle classifiche, è forse meglio riferita a quelli cui fa cagare il rock mainstream anni '70.
2 - cosa diavolo abbia a che vedere il numero degli ascoltatori con la qualità della musica, è un argomento già discusso infinite volte su questo blog, ad esempio qui , qui e qui.

Anonimo ha detto...

Grande Allelimo, condivido in pieno il tuo ultimo intervento!
E grazie per avermi "svegliato" dalla sindrome vinilica che si era impossessata di me! Mi hai aperto proprio gli occhi.
Grazie davvero.

brazzz ha detto...

storicamente gli inediti sono tali perchè scarti..la speculazioncina la fan tutti,ed è una porcheria..perchè non ammetterlo?queste raccolte sono prese x i fondelli..punto..che la faccia il boss,o dylan,o gesù bambino..rispondono a logiche sinceramente nefande

sassicaia molotov ha detto...

Ma non mi preoccupa se certe speculazioni le fanno con Springsteen che ha un seguito piuttosto battagliero e devoto e quindi si presume che l'acquisto per loro sia d'obbligo.

E' quando vedo ad esempio, "Fade out" dei Loop ripubblicato "remasterd & expanded" che mi preoccupo.
Che poi, expanded de che, almeno avessero incluso un acidino da passeggio per godersi meglio il disco.....

Pè Provocà ha detto...

vabbè se ci mettiamo pure a demolire bruce springsteen nel periodo 76-78 è la fine, qui.
dico solo due titoli The Promise e Because the night

Johnny Basement ha detto...

il tuo blog è interessante, scrivi bene e sei una sorta di lester bangs italico, ma forse però ti sfugge che perfino lester bangs ascoltava springsteen, almeno fino a questo periodo seventies. Non sono scarti, sei poco informato sull'argomento e si vede: si tratta di un lost album The Promise, che ahimè non vide mai la luce. E' un buon prodotto di metà anni '70 e circola da tempo fra i bootleg. Adesso ce lo sentiremo con un audio accettabile. Bruce non potè incidere nulla dato che aveva una causa legale in corso, su Darkness ci entrarono solo 10 brani, ma ce ne sono almeno altri 10-12 validi, come Fire, The Promise e Because the night, su youtube si può ascoltare anche questa gradevole Save my love http://www.youtube.com/watch?v=Ouvatkp4_WY

Saluti dalla cantina di Johnny

Simone Cavatorta ha detto...

Una cosa non ho mai capito: ma queste speculazioni, di solito, chi le decide, l'artista o la casa discografica? Cioè, un ipotetico artista rispettoso del suo pubblico potrebbe opporsi, volendo, all'ennesima deluxe edition contenente maglietta, berrettino e gagliardetto?

Joyello ha detto...

Simone, dipende dai casi.
Molto spesso succede che un artista concede le edizioni alla casa discografia (nel caso delle grandi major del passato, spesso le due cose coincidono) che, qualche volta, può disporre del materiale come meglio crede. L'artista potrebbe riappropriarsi del materiale, riacquistandone i diritti ma solitamente lo fa solo quando il materiale in questione sia talmente scadente da ledere alla sua immagine. Suppongo che quello incluso in questo cofanetto non sia di questo tipo e presumo che a Springsteen facciano piacere quei soldini che comunque gli arriveranno dalle royalities (le canzoni sono sempre e comunque sue, e i diritti d'autore andranno a lui).
Sull'utilizzo dell'immagine a scopi di merchendising, solitamente c'è un accordo. e solitamente ce n'è uno anche per utilizzare il "brand". I nomi d'arte, per quanto squallido possa sembrare, sono "brand", così come lo è "nutella" o "coca-cola" e di solito il loro utilizzo è veicolato da precise regole concordate con il personaggio e la sua azienda (eh, sì: Bruce Springsteen è un'azienda!). Stai pur certo, dunque, che il Boss ha autorizzato la stampa di magliette, berrettini e gagliardetti dal momento che una parte degli introiti finiscono nelle sue tasche.
Ecco una delle ragioni per le quali si cerca di "arginare" il fenomeno delle magliette "taroccate" vendute fuori dai concerti. Io, va da sé, ho sempre comprato quelle! :)

Simone Cavatorta ha detto...

Grazie Joyello.
Devo dire che queste deluxe edition, fra le altre cose, sono anche ingombranti e poco maneggevoli. Qualche mese fa, ad esempio, volevo comprare il primo dei Joy Division, ma nei negozi c'era solo la versione mega-deluxe, che ha uno spessore pari a quello di 3 o 4 CD, e sembra pure abbastanza complicata da aprire (oltre a costare parecchio).
Insomma, io ho seri problemi di spazio per i CD, per cui operazioni di questo tipo, nel mio caso, ottengono l'effetto di farmi rinunciare all'acquisto.

allelimo ha detto...

Pè Provocà e Johnny Basement: di massima, vorrei far notare che nè qui nè nelle precedenti puntate di "Speculazioni discografiche" si parla della qualità artisitica degli scarti ripubblicati.
Si parla solo di quella che a me sembra una pessima abitudine delle case discografiche: ripubblicare qualsiasi cosa in edizione limitata con poster, magliette, spillette, dvd e chi più ne ha più ne metta, e magari pure su vinile.
Il tutto, a prescindere dagli artisti in questione (vedi anche il mio commento precedente).
Mentre posso capire ed apprezzare una riedizione economica con, per dire, l'album originale e i pezzi all'epoca pubblicati solo sui singoli, oppure un secondo cd omaggio con inediti (scarti e live). Ma pagare di più per questo tipo di materiale, no grazie.

A margine, non mi risulta neppure l'obbligo legale ad apprezzare il Boss...
Di più: esistono letteralmente migliaia di artisti e dischi interessanti al mondo, e già di quelli che mi piacciono non rincorro demotape e inediti, figuriamoci di quelli che neppure mi piacciono.
Questo disco di Springsteen ufficialmente uscirà tra un paio di mesi, magari allora ne riparleremo dal punto di vista musicale. Per il momento, rimane una speculazione sul portafogli degli appassionati. Contenti voi...

Lester Bangs, certo che ascoltava Springsteen. Era il suo lavoro. Anch'io quando lavoro faccio un sacco di cose che non mi piacciono... ma quando scrivo su questo blog, lo faccio per divertirmi un po', non pretendo certo di conoscere tutto e tutti. Sono un normale ascoltatore di musica, non un fan nè un critico professionista.
Poi, che a Lester Bangs piacesse o meno Springsteen è un altro discorso. A me comunque sembra di no.

Simone Cavatorta e Joyello: quello che ha scritto Joyello. Gli artisti potrebbero opporsi a queste speculazioncine più o meno come un dipendente potrebbe opporsi a un aumento di stipendio deciso dall'azienda per cui lavora, o un lavoratore autonomo potrebbe decidere di non sfruttare ogni mezzo legale a sua disposizione per pagare meno tasse possibili... :)

Simone Cavatorta ha detto...

Allelimo: sì, ma infatti parlavo di un artista ipotetico, ma mooooooolto ipotetico, praticamente un'astrazione concettuale. :D

Sigur Ros ha detto...

@ Alle: obbligo legale neanche per idea (bello come termine :D). E' che le tue argomentazioni, per quanto valide, si basano solo sull'ascolto di due album interi e qualche canzone qua e là, come hai detto tu. Che ciò non ti abbia spinto ad approfondire ci sta tutto, capita, è questione di priorità e di sensazione a pelle. Quello che ci sta un po' meno è, dal mio punto di vista, l'attacco pressochè totale e i giudizi lapidari sull'artista in questione, quando in realtà avrai ascoltato sì e no 1/5 della sua discografia. E' vero che da uno come lui non ci si può attendere chissà che roba, solo oneste canzoni tra rock f.m. e americana, però la tua valutazione mi sembra sproporzionata proprio perchè si basa su una 'documentazione' un po' carente. Ripeto, capisco che Springsteen possa non piacere, non è un reato (a me piace ma non mi strappo i capelli);) E' che forse prima di argomentare con "il suo è un rock enfatico, roboante, etc etc" bisognerebbe sentire qualche disco in più, o specificare che il proprio giudizio si basa sull'ascolto di questo e quello e stop ;)

allelimo ha detto...

Simone Cavatorta: ne esistono anche di così. Artisti, non commercianti. Di cui non troverai mai un cofanetto di scarti con maglietta e cotillons.

Sigur Ros: non sono d'accordo. Se per decidere che non ci piace un artista e per essere autorizzati a dirlo dobbiamo prima conoscere la totalità della sua produzione, allora non possiamo più parlare di nulla.

E in particolare non possiamo mai più parlare male di nessuno, perchè col cazzo che io prima mi ascolto la discografia completa di Lady Gaga, Vasco Rossi e Iron Maiden per poter dire che non mi piacciono :)

Però dai, parlare male di Bruce qui è anche un po' uno scherzo ormai, una specie di tormentone. E in questo post si parla male solo della casa discografica.
Quando sarà possibile ascoltare il nuovo disco, allora parlerò male anche di quello :)

brazzz ha detto...

alle,sei grande..aspettiamo INSIEME il prox disco per parlane male..eh

Webbaticy ha detto...

Mi viene da ridere fragorosamente pensando a quel commento di un anonimo, in questo blog e non ricordo in quale post (forse i Litfiba, durante le ferie) che sosteneva "il 90% dei gruppi che ascolta Allelimo fanno cagare"; non oso pensare quanto fosse documentato lui...
Comunque, scherzi a parte, è un fatto storico che gli artisti "maggiori" siano sempre stati pubblicizzati tramite i singoli e i tormentoni; presupponendo che non si possa avere il tempo di ascoltare un'intera discografia (specialmente di chi fa dischi da 40 anni), mi pare sufficiente poter esprimere un giudizio (sempre soggettivo, s'intende!) sulla base dell'ascolto di questi, e chi non è vissuto sotto una campana di vetro negli ultimi 30 anni ha sentito almeno 7-8 hits mondiali di BS a spron battuto. Se poi nei dischi c'è qualcosa di meglio, io non lo posso sapere, ma non mi ci metto ad ascoltarli, non mi fido! :-)

allelimo ha detto...

Webbaticy: il commento di cui parli tu è proprio qui sopra, lasciato da Elvis Esse.
A te, a brazzz e al Boss dedico l'ennesima spigolatura tratta da Vinile e riciclata da quel post :)

"Quando parlo male della musica di qualche gruppo, mi riferisco solo alla musica. E' ovvio che non posso parlar male dei musicisti perchè non li conosco. Se li conoscessi... parlerei male anche di loro. (Giacomo Spazio)"

giuliotangi ha detto...

Espongo il mio parere, spero accettabile anche se non sono nè un blogger nè un commentatore assiduo.
Conosco abbastanza bene Springsteen a causa di un fratello grande ascoltatore e vecchio fan sin dalle origini, cosa che purtroppo lo ha portato, come sempre succede (nessuno di noi qui presente credo possa sostenere di esserne esente) a essere poco lucido e obiettivo su tutto quello che ha sfornato e continua a sfornare il Boss.
Quindi, nonostante io sia d'accordo con Allelimo e con altri commentatori vari sul fatto che per sostenere che qualcuno non ci piace non sia necessario conoscerne l'intera discografia (mi chiedo poi, anche se un disco attualmente sconosciuto dovesse risultare apprezzabile, potrebbe davvero modificare un giudizio sostanzialmente molto negativo basato sul resto? O meglio, può qualcuno di cui conosciamo un paio di decine di pezzi e che ci risulta sostanzialmente non gradito, aver fatto qualcosa di tanto diverso da farci cambiare idea?), credo di poter dare un giudizio un po’ più approfondito di quello relativo a una ventina di brani ascoltati:
Il mio giudizio personale è mediamente negativo, Springsteen non è complessivamente di mio gusto, sebbene gli riconosca di aver fatto alcune cose qualitativamente rilevanti, nel primo periodo della sua carriera, cose che possono considerarsi, per gli amanti del genere, anche pietre miliari, ma che sono state seguite (se i fan riuscissero a uscire dalla sindrome di cui parlavo prima non potrebbero oggettivamente negarlo) da circa una dozzina di prodotti decisamente scarsi, inutili, in alcuni casi proprio brutti, con l’aggravante di averli sfornati uno dopo l’altro (forse un annetto o due in più di riflessione avrebbero aiutato)
Detto questo, il post di Allelimo non riguarda affatto il giudizio personale sull’artista, o come lo si voglia considerare, quindi rispondo all’argomento reale della discussione:
Che sia il più grande artista di sempre o il peggiore che mai sia nato, cinque raccolte di Greatest Hits e cinque raccolte Live erano già decisamente troppe, senza bisogno di aggiungerci cose come queste, oggettivamente .
Un ultimo pensiero: il 90% della musica che viene prodotta e, quindi, ascoltata, ha poco a vedere con l’arte, con la qualità e con la musica . Usare il numero di ascoltatori come metro di giudizio di un disco è ridicolo. Se proprio si tiene a farlo, generalizzando e tralasciando le eccezioni certamente esistenti, si dovrebbe farlo al contrario. Se hai davanti qualcosa che piace al 90% degli ascoltatori, probabilmente fai meglio a lasciarlo dov’è senza perderci troppo tempo.
Tutto ciò a mio modestissimo e personale parere.

allelimo ha detto...

giuliotangi: grazie, il tuo intervento mi sembra equilibrato e condivisibile al 100%... :)
Ti segnalo anche che di musica, qualità e numero di coie vendute si era già parlato in questo post e in questo post precedente.

silvano ha detto...

wef weputw4pu wpeuirt wpi wp4urti pupowuefpipoipuo

brazzz ha detto...

giulio..bellissimo intervento

allelimo ha detto...

silvano: su, dai, tranquillo che mettiamo su un bel vinilone del Boss, senti le chitarrine rock? Senti che bello l'assolo di sax, dai!
Seguiamo i signori simpatici adesso, quelli vestiti di bianco, sì. Ma sì, che ti fanno giocare con la sirena della macchina bianca... :)

Simone Cavatorta ha detto...

ahahahahahahahah ...molto divertente quest'ultima gag, Allelimo (lì per lì non l'avevo capita). :)
Silvano, non prendertela, ormai lo conosci. :)
Giuliotangi: mi unisco ai complimenti per il bell'intervento, che mi trova assai d'accordo.

Sigur Ros ha detto...

@ Alle: vero che non si debba necessariamente ascoltare l'intera discografia di un'artista per poter esprimere un giudizio. Però caspita, un paio di album mi sembrano, anche per correttezza intellettuale, un po' pochini per sparare a zero su un musicista. Un conto è dire che non ti piace perchè e per come, avendo ascoltato questo e quel suo album. E un altro è dire che Springsteen fa cagare in toto per i motivi che adduci. Perchè Nebraska proprio non c'entra nulla con tutto ciò, nemmeno Tom Joad, e in parte pure Devils and dust. Poi sono d'accordo con Giuliotangi, sul fatto che il meglio sia stato fatto ad inizio carriera.

Il fatto poi che ti ostini a mettere nello stesso calderone BS e Lady Gaga per me è decisamente inconcepibile. Ed è sempre legato alla faccenda dei paletti che, temo, in questi lidi non riusciremo mai a risolvere perchè non intravvedo possibilità di incontro e di compromessi, nonostante la discussione sia stata per lo più stimolante e costruttiva.

allelimo ha detto...

Rimango della mia idea :)
Due dischi completi più tutte le cose ascoltate alla radio e viste alla televisione sono più che sufficienti per farsi un parere.
Se poi ci sono cose meravigliose ben nascoste nel sottoscala, non si può avere tutto dalla vita...

Ripeto anche che "...parlare male di Bruce qui è anche un po' uno scherzo ormai, una specie di tormentone..." :)

Non capisco però per nulla l'ultimo paragrafo: non mi sembra di aver mai messo nello stesso calderone BS e LG, ho solo detto che non mi piacciono tutti e due.
Mi sembrano due cose abbastanza diverse, come dire "non mi piacciono le cipolle e non mi piacciono le albicocche". Non mi piacciono e basta, mica ho detto che sono simili o paragonabili :)

Risolvere la questione dei paletti, vero, è impossibile. Però, come dici tu, la discussione è stata stimolante e costruttiva.
Quando l'abbiamo cominciata (quasi nove mesi fa!) io ero convinto che si potessero piantare dei paletti "oggettivi" tra buona e cattiva musica.
Adesso, ho cambiato completamente idea: si possono piantare paletti solo tra musica che "mi piace" e musica che "non mi piace", e questi paletti sono assolutamente ed irrimediabilmente soggettivi e personali.
Non esiste la "musica buona" e la "musica cattiva" (e se esiste nessuno ha ancora trovato un modo per definirla oggettivamente, e quindi è come se non esistesse).

Sigur Ros ha detto...

Io invece credo che dei criteri di massima, per quanto non assoluti e frutto del consenso tra persone (competenti in un certo ambito), si possano trovare.

Non li hai messi nel medesimo calderone, concesso, ma il discorso che hai fatto li avvicinava eccome. E' come se dicessi che non mi piacciono i Pavement, e che non ho bisogno di ascoltarmi tutti i loro dischi per affermarlo, così come non ho necessità di ascoltare la discografia caghiana (da Caga, più bello e veritiero di Gaga :D) per capire che non la apprezzo. Quasi a voler assimilare i motivi per cui non mi piace Lady Caga (un personaggio costruito a tavolino che fa canzoni plastificate esattamente come lei) a quelli per cui non mi fanno impazzire i Pavement (rock-band onestissima, ma che trovo un pochetto sopravvalutata).

allelimo ha detto...

Sigur Ros: l'ambìto premio "Arrampicatio Specchiorum - Settembre 2010" è indubbiamente tuo, congratulazioni vivissime :)

Sigur Ros ha detto...

Vabbè, continua a pensarla come ti pare, non c'è problema. Non so nemmeno perchè continuo a seguire i discorsi da queste parti, possibilità di compromesso non ne intravvedo. Mi dispiace :(

allelimo ha detto...

Sigur Ros: non ho capito. Invece di pensarla come mi pare, per arrivare ad un compromesso dovrei cominciare a pensarla come pare a te?
E perchè queste sparate offensive e probabilmente figlie di preconcetti contro la povera Lady Gaga?
Snobismo/nerdismo?