martedì 29 maggio 2012

Neil Young - Americana

Beh, quest'uomo è un genio.
Dopo aver cagato il cazzo con la qualità della musica che ascoltiamo oggi, i file digitali che hanno il 10% del contenuto rispetto ai vinili, i nuovi formati audio ad alta qualità, cheffà?
Pubblica un nuovo disco. ("Americana")
E visto che:
1 - la pubblicità è l'anima del commercio;
2 - pecunia non olet;
Lo mette in streaming via web, qui (per il momento ascoltabile solo dalla GB?)
La trovo una storia meravigliosa!


8 commenti:

Alberto Casiraghi ha detto...

L'aveva già fatto in passato con Living with war, un disco bruttino ma registrato in fretta e furia per opporsi all'ennesima guerra americana in medio oriente.
Comunque, sì, è un genio. E non sono ironico.

allelimo ha detto...

Io non discuto Neil Young come musicista, da quel punto di vista è sicuramente geniale.
Però quando parla di formati di riproduzione della musica registrata dice un mucchio di cazzate, ad esempio: "Gli standard audio di oggi non mi piacciono
Parlo della resa delle sonorità: siamo nel ventunesimo secolo e abbiamo una qualità audio inferiore a quella dei vecchi 78 giri. Gli MP3 contengono, invece, solo il 5% della qualità del suono originale."

Ecco, se pensi una cosa così, in base a quale ragionamento puoi mettere in streaming il tuo disco nuovo?

enri1968 ha detto...

Si, forse il vecchio cavallo pazzo qualche colpo lo perde, l'operazione di marketing è un po' ambigua, però a Neil riesco a perdonargli quasi tutto. :-)

Anonimo ha detto...

hai ragione, non doveva metterlo. ma forse perchè questo disco raprresenta solo il 5% del genio di Neil
maurizio pratelli

enri1968 ha detto...

Cmq da qui si può ascoltarlo ...

http://www.sentireascoltare.com/news/3756/neil-young-crazy-horse-ecco-americana-in-streaming-integrale-streaming.html

allelimo ha detto...

"L'operazione di marketing è un po' ambigua" è un capolavoro di british understatement :)
Quando qualcuno dice una cosa e fa l'opposto, si chiama ipocrisia. Lo fanno in molti, a me non piace lo stesso.

Anonimo ha detto...

scusate, non per difendere il mio dinosauro preferito, ma si può ascoltare,non scaricare. il passo è questo: lo ascolti (e non c'è nessuna necessità di una qualità superlativa per farlo), ti piace, lo compri. E' tutto molto semplice e lui non è certo il tipo da ipocrisie...

Lupopazzo.

allelimo ha detto...

Anonimo/Lupopazzo: il punto è proprio quello, "lo ascolti".
Lo streaming web è fatto con file mp3 a 128K, ovvero file di qualità più che dignitosa.
Ma secondo Neil Young, in quei file lì c'è solo il 5% di quello che c'è nella registrazione originale: sono peggio di un 78 giri.
Ora.
A parte che i 78 giri sembra suonino meglio dei 33 giri.
Se tu pensi che la tua musica sia così devastata dal mezzo, rifiuti il mezzo.
Se invece lo usi, i casi sono due:
- la storia del 5% è una cazzata e lo sai;
- la storia del 5% è vera e visto che devi fare promozione del tuo disco nuovo te ne fotti.
In entrambi i casi, si tratta di ipocrisia.