mercoledì 23 ottobre 2013

Cent co, cent crap; cent cü, dusent ciap

L'altro giorno ho partecipato a una discussione su Facebook a proposito di un gruppo degli anni '90, i Polvo.
Beh, non siamo nemmeno riusciti a concordare se si fossero ispirati o meno ai Sonic Youth.
Discussione educata e civile tra persone con una buona conoscenza dell'argomento, eh.
Ma una fazione sosteneva che i Polvo non fossero debitori per l'ispirazione sonora ai Sonic Youth, e l'altra, quorum ego, sosteneva che lo fossero eccome.

E mi viene da pensare: è bello parlare di musica, perchè ognuno può sostenere - in assoluta buona fede - qualsiasi posizione.
Perchè per lui quella posizione è giusta.
Se io ascoltando i Polvo sento dei riferimenti ai Sonic Youth e tu no, chi potrà mai stabilire chi ha ragione e chi torto?

E stavamo parlando di un gruppo che, bene o male, tutti ritenevano valido.
Per alcuni ottimo, per altri buono, ma nessuno stava sostenendo che fossero un gruppo del cazzo.

Figuratevi se avessimo discusso in particolare, magari partendo da posizioni opposte, se quel gruppo fosse stato valido oppure no.
Se non è possibile riuscire a mettersi facilmente d'accordo nemmeno sui riferimenti sonori di un gruppo, come possiamo riuscire a metterci d'accordo sul suo valore?

C'è una morale in tutto questo?
Secondo me, sì.
Che in arte l'oggettivo non esiste.
Ma non diciamolo troppo in giro, c'è gente che si offende.
(frase valida anche senza il "si")


Note e links:
[1] Per i non lombardofoni: "cento teste, cento modi di pensare; cento culi, duecento chiappe".
La parte significativa è quella dei co, quella dei cü è per far ridere.

[2] Dell'oggettività dell'arte, o meglio, del tentativo di definire criteri oggettivi per valutare un opera d'arte, se ne è già parlato diverse volte.
L'ultima volta in questo post, ma ogni tanto mi piace ritornarci sopra.
Metti mai che qualcuno, un giorno o l'altro, trovi una possibile soluzione.

[3] Oggettivo significa che nessuno può dimostrare il contrario: 2+2=4, questo è oggettivo.
I Sonic Youth (o i Pink Floyd o i Pooh) sono il miglior gruppo rock di sempre, no.

[4] Una delle frasi più divertenti che si possano leggere è "A mio parere è assolutamente oggettivo che...". C'è gente che la scrive seriamente.

4 commenti:

brazzz ha detto...

a mio parere è assolutamente oggettivo che

c'è gente che vive di ossimori...

rouge ha detto...

Non può essere oggettivo qualcosa che ha a che fare con la sensibilità personale, bisognerebbe allora oggettivare anche quest'ultima, e fortunatamente non è possibile, per quanto tecniche per manipolare il "sentire" comune ormai è assodato che vengano applicate (basta guardare al ruolo dei media e di chi tira le fila, ma è un altro discorso). Per quel che riguarda l'arte la mia discriminante è mi piace/non mi piace, nel senso che mi arriva (a toccare la mia sensibilità)/ non mi arriva, e questo mi permette di non escludere quasi niente, cioè a non rifiutare a priori. Poi magari vado oltre, a chiedermi il perché del piacere o meno.
Per cui certe discussioni sono a mio avviso utili solo a confrontarsi per vedere le differenze non sull'argomento, ma tra chi discute, non certo a raggiungere una conclusione.
Un saluto.

SHRC ha detto...

Alle, anche se questo post è palesemente uno schiaffo dato alla cieca con il solo scopo di accendere la rissa, oggi ti sono particolarmente grato per avermi spiegato come sistemare i commenti sulla mia pagina facebook, per cui ho deciso di commentare comunque, pur cosciente che fra una settimana saremo ancora qui a litigare.

Venendo al dunque, al di là del fatto che non la penso come te sull'oggettivo nella musica (oltre al mi piace/non mi piace, che sono soggettivi, ci sono altre caratteristiche - se sa suonare o no, se le musiche se le scrive da solo o no, se ha esperienza live o è solo un pischello che è passato dalla sua doccia ad un talent show - che sono oggettive e sono fondamentali per farsi un'idea "condivisa" su un artista), ma questi sono discorsi vecchi;
quello che mi chiedo è: ma che gusto c'è a parlare di musica se parti dal presupposto che tutte le posizioni per definizione sono giuste!
Per me sarebbe una perdita di tempo.

Nelle discussioni non pretendo di arrivare alla verità assoluta ma almeno di arrivare a qualcosa di nuovo rispetto alle posizioni iniziali, sennò che abbiamo parlato a fare!

Comunque, a parte tutto, resta inteso che a mio parere è assolutamente oggettivo che i Pink Floyd sono il miglior gruppo rock di sempre.

allelimo ha detto...

brazzz, ce n'è a profusione.
alcuni fanno addiritura i "giornalisti" o gli "artisti".

rouge, perfettamente d'accordo con l'aspetto della sensibilità personale e sulle tecniche per manipolarla.
e anche sull'unica discriminante possibile: "mi piace/non mi piace".
e inoltre anche suul'utilità delle discussioni: confrontarsi e vedere le differenze.
praticamente mi viene un dubbio, siamo la stessa persona?

SHRC, no dai, schiaffi alla cieca non ne tiro proprio mai, dammi un minimo di credito!
ci sono due destinatari ben precisi per quello che ho scritto, un "artista" e un "giornalista" che sostengono (senza dimostrarlo eh, che evidentemente non ne sono capaci) l'esistenza della bellezza oggettiva nell'arte.
non ho messo i nomi perchè non volevo parlare di loro, ma di quello che dicono.

I parametri oggettivi hanno una controindicazione: se sono oggettivi, valgono sempre.
cioè, non si può dire che, ad esempio, jimi hendrix è bravo perchè suona bene la chitarra e dodi battaglia dei Pooh no. suona bene la chitarra anche lui. poi a me non piace in particolare nè l'uno nè l'altro.

le musiche le scrive da solo o no, vediamo:
i Pooh e Pupo se le scrivono da soli da sempre, e a me non piacciono. ma secondo questo criterio sono bravi?

se ha esperienza live o è uno da talent show, vediamo:
i Pooh e Pupo hanno una grandissima esperienza live, e a me continuano a non piacere, ma secondo questo criterio etc.

che gusto c'è a parlare di musica se tutte le posizioni sono vere?
non ho detto questo, ho detto che è impossibile dimostrare oggettivamente che una è vera e l'altar no.
se fosse possibile, sarei la persona più contenta del mondo.
dimostrare oggettivamente che i pink floyd o il boss non valgono una cippa, sarebbe fantastico.
o che i velevet underground e i sonic youth sono fantastici.
purtroppo non si può.
almeno, non ho ancora trovatoil modo di farlo.

un altro tentativo di definire dei parametri oggettivi non andato a buon fine si trova nei commenti di questo vecchio post, a partire da qui.