martedì 26 gennaio 2010

Leggere [1]


E rileggere, soprattutto [2].
A me capita molto spesso, e quando lo dico a qualcuno le reazioni di solito sono del tipo "Ma và? E perchè - tanto sai già come va a finire!"
Ma per me, se un libro mi è piaciuto abbastanza da averlo letto tutto [3], vale quasi sempre la pena di rileggerlo.
Non subito, certo, e non tutti i libri - esistono anche quelli di puro intrattenimento, il tipico libro da leggere in estate sotto l'ombrellone!
Ma gli altri. Quelli che vi dicono qualcosa. Quelli che dopo averli letti vi sentite un po' più "ricchi" di prima... io questi li rileggo :)
Perchè la seconda volta magari li capisci meglio, o perchè a distanza di anni trovi cose che la prima volta ti eri perso, vuoi perchè sei cambiato tu o il mondo intorno a te.
Perchè la seconda volta magari ti piacciono di più della prima, oppure ti chiedi "ma davvero questo mi era piaciuto così tanto?"

Ad esempio, "Sulla strada" di Kerouac - quando l'ho letto per la prima volta avevo 17 anni, poi l'ho riletto sui 30 e un'altra volta dopo i 40.
Ogni volta mi è sembrato di leggere un libro diverso - e non mi è mai più piaciuto come la prima volta...
Oppure "Il maestro e Margherita", letto per la prima volta verso i 25 anni, riletto verso i 40: anche la seconda volta mi è sembrato bellissimo, ma per motivi quasi completamente opposti alla prima lettura.


Note e links:
[1] Lo spunto è venuto scrivendo un commento a Ex-divoratori di libri sul blog di Lucien, cui domando scusa: è un involontario furto di idee :)

[2] Cosa c'entra questo con la musica? Quasi niente - a meno che l'abitudine a "riascoltare" un disco non abbia inciso anche sulle mie abitudini di lettore...?

[3] Perchè, a margine, io non capisco quelli che "mah, non mi piace tanto, però adesso che l'ho iniziato...".
Perchè perdere tempo con un libro brutto quando ne esistono così tanti di belli? Io non mi faccio nessun problema a piantare lì quello che non mi piace. Anche perchè molto raramente leggo qualcosa che ho comprato - il sistema delle biblioteche pubbliche della zona in cui abito è veramente fantastico :)

7 commenti:

ReAnto ha detto...

E per essere più drastici ,ci sono libri che rileggi e alla parola fine dici : Che cagata...

allelimo ha detto...

Così di getto non mi ricordo che mi sia mai capitato, anche perchè la scelta di rileggere è di per sè molto più "mirata" della scelta di leggere qualcosa...
Mi capita spesso invece con i dischi: un gruppo che 25 anni fa mi sembrava decente può tranquillamente trasformarsi in una cagata al riascolto...

LilacTime ha detto...

Ci sono libri che anhe io rileggerei mille volte (es. Camere separate di Tondelli) ed è per questo che non concordo con chi spesso mi consiglia di non comprare i libri e di prenderli in biblioteca.
Io invece voglio poterli rileggere quando mi va.
Davvero un post che colpisce nel segno!

allelimo ha detto...

Eh, piacerebbe anche a me poter comprare tutti i libri che vorrei leggere, ma sono anni che prendo (o riprendo...) i libri in biblioteca e scarico musica da internet (anche se mi sfugge il perchè la prima cosa sia legale e la seconda no!)
Poi naturalmente esistono quelli - diciamo 10 all'anno tra dischi e libri - che non si può proprio fare a meno di comprare :)

enne ha detto...

Ciao,
ci siamo incrociati da Bastian.
Sarà una mia deformazione mentale, ma se inizio un libro DEVO finirlo. Una sola ne ho mollato uno a metà: "Il vangelo secondo la Scienza", di Odifreddi.
Tema interessante, ma scrittura poco passionale.
Con i libri ho un rapporto "carnale": devo possederli.
Devo potermeli guardare sugli scaffali, in fila uno accanto all'altro.
E rileggerli, a volte. Perchè no?

Harmonica ha detto...

io prima di comprare un libro lo annuso, mi piace l'odore della carta e dell'inchiostro.
Trovo difficile rileggerli, ho ancora da smaltire svariati libri acquistati e parcheggiati in libreria.

allelimo ha detto...

Fortunatamente la smania collezionistica di cose "fisiche" mi è passata da tempo - anche per la musica :)
Altrimenti non potrei mai permettermi i 10/15 libri al mese che prendo in bibilioteca, per non parlare dei dischi... ;)