sabato 8 maggio 2010

Rolling Stones- Exile on Main Street - rimasterizzato



Dal web:
"Dal prossimo 14 maggio sarà disponibile in Italia la versione rimasterizzata di uno degi album più significativi della storia del rock. Si tratta di “Exile on main street” dei Rolling Stones.
Il disco viene pubblicato rimasterizzato in diverse versioni:

1) STANDARD EDITION (1 CD): track-list originaria, confezionato in super-jewel case. Il cd è rigato personalmente da uno dei membri del gruppo. Comprate almeno la DELUXE EDITION, morti di fame che non siete altro...

2) DELUXE EDITION (2 CD): il secondo CD contiene ben 10 tracce inedite, recentemente riscoperte fra le registrazioni effettuate durante la preparazione dell’album; confezione in elegante digipack a 3 ante e libretto di 12 pagine

3) SUPER-DELUXE EDITION (2 CD + 2 LP + DVD): il dvd include un documentario filmato di 30 minuti con il making of di “Exile” e clip dai film “Ladies & Gentlemen: The Rolling Stones” e l’inedito “Cocksucker Blues”; nella lussuosa confezione è incluso un libro di 52 pagine con copertina rigida, rilegato in brossura, ed alcune cartoline da collezione

4) MEGA-SUPER-DELUXE EDITION (2 CD + 2 LP + 2 DVD): il secondo dvd contiene un documentario filmato di 60 minuti, "The making of the new bank account of Mick Jagger" e l'inedita fotocopia dell'estratto conto del linguacciuto cantante al 31/12/2009; nella confezione è incluso un libro di 512 pagine rilegato in brossura con copertina in marmo di Carrara e medaglie in oro 24k dei componenti della band incastonate nella controcopertina

5) OSTIA-PIU'-DI-LUSSO-DI-COSI'-NON-SAPREI (2 CD + 2 LP + 2 DVD + APPARTAMENTO IN MULTIPROPRIETA' IN SARDEGNA): la multiproprietà, in zona signorile e ben servita, è completa di piscina e giardino privato. Vista sulla Villa del Premier.

6) BERLUSCONI-EDITION: oltre al contenuto della OSTIA-PIU'-DI-LUSSO-DI-COSI'-NON-SAPREI contiene una puttan una zocc una escort a vostra disposizione per 30 giorni

7) VINYL EDITION (2 LP): stesse track-list e confezione della versione originale

8) WAX CILINDER EDITION (36 Rotoli di cera): stessa track list della versione originale, ascoltabile su qualsiasi fonografo Edison

9) PURE ANALOGIC VERSION (1 Cassetta Philips, 1 nastro STEREO-8, 1 bobina per registratore GELOSO + il contenuto della versione 7 ed 8): per i veri appassionati della purezza del suono analogico, contiene una versione in tutti i formati obsoleti possibili.

10) TRUE REMIX VERSION (1 tape 24 TRACKS 2"): contiene il nastro multitraccia originale 24 piste, ascoltabile su qualsiasi registratore 24 tracce da studio per raealizzare i propri remix del disco. Riservato ai più creativi, che non possono non avere a disposizione una macchina così comune in tutte le case."
[1]


Che dire, è bello vedere che dopo tanti anni esistono ancora artisti integerrimi, così affezionati ai loro fan da realizzare operazioni così pure e lontane financo dalla più piccola ipotesi di ambiguità.
Qui è tutto chiaro fin da subito: lo fanno solo per i soldi.
Altro che riedizioni economiche a prezzo ridotto: qui si tratta di inventarsi una maniera per rivendere ancora una volta la stessa cosa agli stessi fan.
Ma diamine, differenziamo il prodotto! Ci sono fan che nel frattempo sono diventati ricchi o benestanti, sfruttiamo anche loro.
Non sembra un disco, ma una macchina, tante sono le versioni e gli "optional"...

E pensare che come dice lo stesso Keith Richards [2]:
"Per riuscire a realizzare un disco di inediti abbiamo dovuto far finta di riesumare delle registrazioni dell'epoca, che però erano così scarse che siamo stati praticamente costretti a reincidere e ricantare il tutto".

La purezza disinteressata di questa operazione artistica, che non contiene neppure un'ombra di sospetto di speculazione, non può che commuovere ogni fan dei Rollinston. Mano al portafogli, e ricompriamo questo disco per l'ennesima volta, chè il Mick ed il Keith c'hanno da pagare le bollette pure loro.

Note e links:
[1] Occhio che quattro di queste versioni sono vere :)

[2] Traduzione a senso, l'originale è su wikipedia.
Un estratto:
Richards continuing, "There wasn't much to be done and I really didn't want to get in the way of what was there. It was missing a bit of body here and there, and I stroked something on acoustic here and there. But otherwise, I really wanted to leave them pretty much as they were. Mick wanted to sort of fix some vocal things, but otherwise, basically they are as we left them 39 years ago."

17 commenti:

leolips ha detto...

mica sono le campane tubolari di Oldfield ...il suono di Exile è bello perchè è grezzo e ferroso..ma che rimasterizzano a fare ?..
money for new Richards-blood ?

allelimo ha detto...

Esatto, ma senza il punto interrogativo, eh...

Harmonica ha detto...

che ce frega di allelimo noi c'abbiamo i rollinstones
rollinstooooones, rollistoooooones ! :O)
a parte gli scherzi, lo ricomprerò perchè ho consumato l'originale, ah quanto costa la Berlusconi edition ?
p.s. l'avrei ricomprato comunque.

allelimo ha detto...

Mi sembrava inutile dirlo, è un disco bellissimo, il mio preferito dei Rollinston (che originale, eh?)
Ma comincio davvero ad odiare le Deluxe/Expanded/Remastered/Qualsiasialtracosaservaafarricomprarelostessodsicounaltravolta Versions.
La Berlusconi edition vien via per poco, più o meno quanto l'appartamento vista Colosseo di Scajola...

Anonimo ha detto...

Allora voglio su DAT anche la versione dei Pussy Galore! :)
(atom-ery)

DiamondDog ha detto...

L'evento dell'anno.
Anche se la tua ironia è pienamente giustificata.
D'altronde se non si spremono i fan per primi, che ci stanno a fare i fan? I fan si svenano, da sempre, per i loro idoli.
E comunque, meglio nella superdeluxegoldenpremium dei rollistò che in un qualsiasi dischetto di una next big thing di oggi.

allelimo ha detto...

atom-ery: assolutamente no. Il DAT non è un nastro analogico, è digitale! (E quindi diabolico)
Seppur ormai obsoleto come formato, per questo dobbiamo aspettare diciamo almeno altri 10 anni, quando, finita la riscoperta del vinile e dell'analogico, si dovrà per forza passare alla riscoperta del digitale per poter continuare a vendere sempre gli stessi dischi.
Abbi fiducia, ci arriveremo... ;)

allelimo ha detto...

DaimondDog: anche no eh, per me meglio la ristampa in edizione economica dei Rollinston che la superdeluxegold, che serve solo ed esclusivamente alle case discografiche.

Harmonica ha detto...

scusa ale se vado ot, ma ho trovato questo pezzo interessante su come si può intendere la musica pop, mi sembrava interessante proportelo poi magari ne possiamo riparlare in un post.
ciao

http://www.ondarock.it/pietremiliari/bacharach_reachout.htm

silvano ha detto...

Io ho prenotato i 36 rotoli di cera, adesso sono all'affannosa ricerca di un fonografo edison audiophile, fatto a mano da un monaco buddhista sordo e cieco dalle manine piccole e fredde per non polarizzare le molecole d'argento antico dei trasformatori ed inficiare così l'equilibrio elettrico ambientale terracqeo. Costa una cifra ma cazzo la setosità del medio, vuoi mettere?

unwise ha detto...

le riedizioni troppo spesso sono cose fastidiose. detesto quando si riempiono i cd di versioni "alternative", inediti (che il 90% delle volte sarebbe meglio rimanessero tali), solo perchè su un cd ci stanno 80 minuti di roba. non so veramente chi prova gusto a sentire la stessa canzone 3 o 4 volte, magari suonata a cazzo, sullo stesso cd...se volessero far qualcosa di apprezzabile, dovrebbero ri-registrare tutto. ma forse nel caso dei rolling verrebbe peggio dell'originale...:)

Simone Cavatorta ha detto...

Mmmmmh... però la si può vedere anche da un altro punto di vista. Frank Zappa, anni fa, parlava con un certo disprezzo dei suoi fan disposti a spendere un sacco di soldi per incisioni rare delle Mothers of Invention (era ancora l'epoca dei bootleg), affermando che costoro erano dei cretini e che lui, se avesse deciso di pubblicare quel materiale in forma ufficiale, avrebbe alzato i prezzi per fargli dispetto.
Insomma, questo per dire che, in un libero mercato, non siamo obbligati a comprare tutto quello che ci viene proposto. Se siamo talmente fessi da avere un rapporto di idolatria feticistica con gli artisti che amiamo, tale per cui dobbiamo possedere TUTTO quello che pubblicano, beh, allora ce lo meritiamo, perchè rientriamo nella categoria del fan-adepto-coglione tanto disprezzato da Zappa.

P.S. Ah, sia chiaro che io, solitamente, rientro appieno in questa categoria del fan-coglione :)

Maurizio Pratelli ha detto...

mi tengo cd e vinile, niente deluxe nonostante sta ricca scelta!

allelimo ha detto...

silvano: tu si che sei un intenditore, non avevo dubbi che avresti scelto il meglio :)
unwise: non dirlo neanche per scherzo, prima che a qualcuno venga in mente davvero di reincidere i dischi "storici"... anche se, ripensandoci, non sarebbe un'operazione a costo praticamente zero come le DELUXE-ETC., quindi direi che non corriamo rischi qui...
Simone Cavatorta: è anche vero che non tutte le ristampe sono bieche operazioni commerciali.
Ad esempio, sulla ristampa di "Faith" dei Cure ho potuto finalmente ascoltare "Carnage Visors" (all'epoca pubblicato solo sulla versione in cassetta) e riascoltare il discretamente raro singolo "Charlotte Sometimes".
Purtroppo insieme a queste mi sono pure beccato una decina di trascurabilissime demo/outtakes, ma basta non ascoltarle (e non aver pagato il cd aiuta...)
Usare una "deluxe edition" per raccogliere i singoli pubblicati insieme all'album mi sembra una cosa ottima (ad esempio, la deluxe di "Crocodiles" degli Echo and the Bunnymen raccoglie insieme all'LP il 45 allegato come bonus alle prime copie, le versioni uscite su singolo e l'EP dal vivo "Shine so hard")
Invece versioni con CD/DVD/vinili e inediti, bah, mi lasciano indifferente...
Maurizio: confronta la risposta a silvano... ;)

Simone Cavatorta ha detto...

Allelimo: sì, è proprio quello che intendevo io: alcune cose valgono la spesa e altre no, sta a noi valutare bene prima di acquistare. Se pigliamo delle fregature, però, dobbiamo prendercela più che altro con noi stessi, visto che il modo di ascoltare i pezzi per farsi un'idea lo si trova sempre.

ReAnto ha detto...

la berlusconi -edition, mi intriga :-D

Caterina ha detto...

Almeno la exile basic.....