lunedì 6 settembre 2010

Che palle...


Che noia che barba, che barba che noia.
Prendo spunto da una domanda lasciata in fondo alla discussione sugli educati fan dei Litfiba da giuliotangi:
"Non vedo perché si possa distorcere il nome dell’una in modo tanto dispregiativo [nota mia: "Lady Caga"] e non si possa fare altrettanto con i Litfiba o con chiunque altro incontri il nostro giudizio negativo. Esiste ancora la libertà di pensiero e di espressione dello stesso, o no?"
La risposta è:
1. Sì, se vuoi parlare male di Lady Gaga. Sembra non piaccia a nessuno o sia il male assoluto.
2. No, se vuoi parlare male di uno qualsiasi degli artisti che piacciono a chi si è sentito tanto offeso dall'ironia sui Litfiba o sul Boss.
In sintesi: se IO parlo male di un disco che piace a QUALCUNO, sono snob, nerd e prevenuto.
Se QUALCUNO parla bene (o male) di chiunque, va tutto bene.
Quando questo ragionamento viene fatto da chi, sul suo blog, parla di artisti popolari e di massa come Joseph Arthur, Ebo Taylor, Ed Motta, Baby Huey & The Babysitters, Etran Finatawa - insomma tutte così, chi non ce le ha in casa? - a me vengono dei dubbi sul significato della parola "snob" (vero Sigur Ros?)

Che noia che barba, che barba che noia.
Dopo un po' non è neppure più divertente, scrivi una cosa e automaticamente sei un cretino perchè non puoi avere scritto qualcosa che pensi, ma devi aver scritto qualcosa per polemizzare, dare contro a qualcun altro, perchè soffri di autoreferenzialità e supponenza, sei pieno di pregiudizi, invidia, astio, ignoranza, sei intellettualmente scorretto, snob e quant'altro.
Tutto questo rimane per me un mistero assoluto. Chi scrive su un blog di solito scrive quello che pensa lui. Mi sembra abbastanza normale. Ma per non essere snob e autoreferenziale io dovrei invece scrivere quello che pensano gli altri? Boh!
Il mistero si accompagna al secondo mistero doloroso: la grandissima percentuale di educande del web, giustamente scandalizzate ed offese dalla parola (horribile dictu!) "merda". E' pur vero che nel 1810 l'uso disinvolto di questa parola avrebbe scandalizzato più di una persona, ma adesso, 100 anni dopo, nel 1910, stiamo vivendo in tempi un po' meno bacchettoni o no?
Ah non siamo più nel 1910? Ma davvero? 2010? Ohibò...

Che noia che barba, che barba che noia.
Mi piace scherzare.
Un po' di cazzeggio, quando si parla del più e del meno e si cerca di essere il meno seri possibile.
Che magari si parla anche di cose importanti, serie e complicate. Ma senza troppa seriosità.
Quando ero "piccolo" una delle letture fondamentali della mia "formazione" è stato senz'altro "Il Male". Che aveva pure i fumetti di Andrea Pazienza.
Partendo da lì, si può essere a volte anche seri, ma le circostanze che richiedono questa serietà sono davvero pochissime nella vita.
Per tutte le altre, facciamoci su quattro risate che è meglio :)
Trascrivo dal post Sullo scopo, metodo e sostanza della rubrica dischidimmerda:
"Cerchiamo di non dimenticarlo, è roba anche importante ma non seria. Non stiamo parlando di guerre, di malattie, di gente che muore di fame, di politici che si fanno i loro interessi e mai i tuoi, di amore, di vita o di morte.
E quindi, se possibile, preferisco tentare di essere ironico e divertente. Se non ci riesco, colpa mia, evidentemente - ma preferisco scrivere così.
Sulla sostanza: mi pare evidente che qui si può essere d’accordo con quello che scrivo, oppure no - non pretendo assolutamente di avere la verità in tasca, ma visto che sono io a scrivere, non riesco a fare a meno di scrivere quello che penso io.
Quello che pensano gli altri, non è compito mio scriverlo - per quello, ci sono i commenti :)"

22 commenti:

brazzz ha detto...

e tu continua a scrivere quello che ti pare,come ti pare..

DiamondDog ha detto...

Sì, in effetti, che cacchio te ne fregherà mai?
Io non mi sono mai posto il problema, neanche davanti a qualche spernacchio.
Vai avanti per la tua strada e accetta serenamente plausi e critiche.

Sull'Amaca ha detto...

Idem c.s. This Your Place

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

direi che è persino inutile dare spazio a tali polemiche

e poi chi l'ha detto che lady caga non piace a nessuno?
ah già, mi sa che sono l'unico :D

Webbaticy ha detto...

Fossi stato in te, un post così non l'avrei mica scritto. Ci siamo così divertiti negli ultimi episodi che lamentandoti in questo modo rischi di sensibilizzare qualcuno....

allelimo ha detto...

Beh ma un po' mi frega, è evidente. Se quello che scrivo viene regolarmente frainteso, allora mi faccio delle domande: forse non sono abbastanza chiaro, o forse è meglio fare altro.
Perchè se un intero forum dei Litfiba sostiene che sono ignorante e non mi piacciono i loro eroi perchè sono una checca o perchè non scopo abbastanza, mi faccio una risata.
Ma se "amici di blog" come silvano e Sigur Ros scrivono che sono snob, autoreferenziale, supponente e intellettualmente scorretto allora ci rimango male (per nerd, no. Un nerd è un adolescente sfigato coi brufoli maniaco della tecnologia: ero sicuramente così quando ero adolescente. Adesso che non sono più adolescente da anni, la figura mi fa simpatia...).
Perchè non mi sembra di essere così. E se invece l'impressione che do è questa, allora torno a farmi le domande precedenti.

E rimane comunque il "mistero di Lady Gaga" (che piace solo a Marco), ovvero: di alcuni "artisti" si può dire quello che si vuole e il dubbio che tu stia dicendo quello che pensi non si pone. Per altri, se non ne parli bene sei automaticamente ignorante e/o disonesto.

DiamondDog ha detto...

Lady Gaga, nel suo genere, non è male.
Ha sintetizzato anni e anni di "zoccola-pop" detronizzando qualunque altra aspirante.
Sostiene la sua proposta scrivendosi i pezzi (o perlomeno mettendoci le mani) al contrario della quasi totalità delle sue colleghe.
Ha uno show impattante, sufficientemente trasgressivo e dominante per estetica e coreografie.
Certo, è musichetta da 4 soldi.
Ma giù il cappello per cotanta tracotanza.

Webbaticy ha detto...

A questo punto Ale, mi dispiace ma ti tocca: ti devi ascoltare l'intera discografia di LG (di cui, sono sincero, non ho mai sentito nulla e quindi non ne parlo!) e farne un post dedicato.

Altrimenti sei un nerdsnob.

Andrea ha detto...

Si si, tutto vero quello che dice Ddg.
E ha dalla sua il fatto di essere una notevole cessa, al naturale. Cosa che il truppo mascherava un pochino nelle prime apprazioni, ma ora è manifesto in tutte le varie foto e persino negli ultimo video.
Il suo viso mi fa quasi paura,
Insomma, non è diventata famosa perchè è figa, diciamo che ha scelto di essere un'icona pop e ci è riuscita in pieno. Non è che tutti devono fare arte, per vivere:
http://www.inliveradio.com/wp-content/uploads/2010/02/lady-gaga-20090118-485616.jpg

Joyello ha detto...

Alle, sono un po' d'accordo con quelli che "criticano" questo post.
Voglio dire: se senti il bisogno di giustificarti oppure se ti senti in dubbio, la prima cosa che viene in mente è che tu abbia la coda di paglia. Certamente le perzone intelligenti [ tipo me :-) ] sanno benissimo che non è così e hanno goduto delle tue elucubrazioni.
Poi, certamente sei snob. Ma ognuno di noi lo è, a ben vedere.
Webbacity, per esempio, qualche giorno fa parlando di "Angel Dust" dei Faith no More s'è ben preoccupato di aggiungere una postilla in cui "schifa" la cover dei Commodores.
Io stesso ne ho sparate a centinaia, sono super-snob... ma questo è un po' il bello. L'importante è anche un po' riconoscerlo. pensa che io sono "talmente" snob che penso che tutto quello che Afterhours hanno fatto PRIMA di "Ballate per Piccole Iene" sia spazzatura. :-)
Poi. Io ho sempre difeso Lady Gaga, anche da quelli che dicono: "è brava ma fa musica del cazzo"... Beh, io ho sempre detto che, oltretutto, scrive anche piuttosto bene. La qualità e la popolarità, fortunatamente non sono diametralmente in opposizione.
Epperò, parlando di lei, di solito si fa ironia, se ne parla male "per partito preso" e quand'anche si ammetta che in fondo non è male, si sente l'esigenza di aggiungere che "però fa musichetta di poco conto".
Sarà: a me pare che chi sostiene questo non abbia sufficiente conoscenza della musica (cioè, intendo, di come si scrive e si legge la musica...altrimenti il valore di "puttanate" come "Bad Romance" sarebbe più facile da interpretare). E mi domando: non sarebbe più facile ammettere "non mi piace, mi fa schifo"?
Ora.
Sto aspettando con ansia il momento in cui i fans disconosceranno gli Arcade Fire, solo perché ne ha parlato Mollica al TG2. Succederà, lo sapete, no?

insomma, per concludere, lascia impostato il blog come lo hai sempre fatto, è una tua cifra e il fatto di avere anche molte critiche non è che la prova che ...funziona.
Non farti domande e tira diritto. Noi (io, almeno) si viene qui tutti i giorni per passare qualche minuto interessante. Io, dietro alle frecciatine, ho sempre letto cose intelligenti e interessanti.

Sigur Ros ha detto...

Ti dico solo una cosa, Alessandro: ho espresso quella che era la mia percezione sincera delle cose. Cioè che da queste parti ultimamente si sia ecceduto con la componente scherzo/provocazione (che trovo divertente e utile ma alla lunga eccessiva), a discapito di quella musicale in senso stretto (Un esempio? La discussione sul disco degli AF sul blog di Joyello, accesa e con posizioni anche molto diverse fra loro, ma sempre rimasta nel 'seminato'). Sensazione che però, ribadisco, è sincera. E condivisa da qualcuno, anche se non da molti.

Va bene la libertà di espressione, è un diritto, così come quello di esprimere la propria percezione o opinione. Anche quando questa, come la mia, si discosta dalle posizioni degli altri, per attitudine o sensibilità, e quindi può dare fastidio perchè...è un sassolino nella scarpa.

Sul tuo rovesciarmi addosso della snob non commento. Ho artisti che mi piacciono di più e di meno, ma non ho problemi a dire che mi piace Springsteen, gli U2 fino ad Achtung Baby, e non disdegno gli ultimi dischi di Dylan e Leonard Cohen. Sul mio blog parlo di artisti che amo, prendendo spunto da suggerimenti e consigli che trovo in rete, su altri blog, forum, oppure su riviste, ma lo faccio sempre con molta passione e curiosità. Laddove mi rammarico che musicisti di talento non godano di una esposizione maggiore (come nel post sulla MPB), lo faccio con sincero e profondo dispiacere. Perchè si tratta di musica splendida, proveniente da continenti che non sono l'Europa o gli USA, e perchè so che difficilmente raggiungerà un pubblico più ampio, anche solo nell'ambito degli degli 'addetti ai lavori' e degli appassionati (a meno che non capiti qualcosa di eccezionale che riaccenda i riflettori su certe scene).
Ah, guarda che Joseph Arthur non è poi troppo 'di nicchia', ha prestato un sacco di canzoni a telefilm e film di successo (uno su tutti, Shrek), quindi non rientra molto nella 'categoria', se di categoria di può parlare.

Sul fatto che tu non possa parlare male del Boss e io possa 'offendere' Lady Gaga...nel gruppo dei blogger che ti seguono non mi sembrava che LG fosse la paladina preferita dalla maggior parte (scusa Marco, non mi ero ricordata che tu la apprezzi). Quindi ho agito in buona fede, per UNA volta, pensando di non urtare la sensibilità di alcun fan. Non ci ho fatto post o altro, mi sono solo permessa di storpiare il suo nome credendo di non infastidire nessuno.

Mi spiace molto che preferisci, alla fin fine, sfogare il tuo fastidio in modo plateale, ricevendo 'pacche sulle spalle' e di approvazione dai tuoi amici, e non rendendoti conto che:
A) io non ho mai scritto nulla di simile o di lontanamente offensivo sulle mie pagine, perchè non è nel mio modo di fare e perchè il mio blog esiste per parlare di musica e basta (non parlo nè di dischidimmerda, nè di altro, e l'ironia che a volte trapela è sempre espressa in modo bonario, molto spesso diretta alla mia compagnia di amici nella 'vita reale' che non ad altri blogger o simili).
B) quando ci si espone così tanto si può correre il rischio di non essere 'capiti', di essere 'fraintesi', come dici tu. Sta nel gioco. Nella precedente discussione che abbiamo avuto (da Lucien) ho ammesso di avere sbagliato in certi frangenti, non sono perfetta, ci mancherebbe, e ho ribadito la mediocrità di un mezzo come internet, specie quando si ha la necessità di chiarirsi e di 'comunicare' sul serio (che non è solo scrivere e scambiarsi una serie di contenuti, a mio parere).

E pensare che ero qui per parlare di musica, non per offendere chichessia, e nemmeno per farmi a mia volta il sangue amaro.

Webbaticy ha detto...

Scusate, posso intromettermi?
SR, la "pacca sulla spalla" che io dò spesso ad Allelimo è la stessa che tu daresti ad (nomi a caso) una Bjork o una Radiohead con la quale tu ti sentiresti molto spesso d'accordo come punti di vista ed opinioni generali e che scriverebbe più o meno le stesse cose che scriveresti tu, differenze caratteriali a parte. Il fatto che si sia istituito un certo livello di ironia (posso capire se qualcuno non la capisce, succede anche nella vita reale!) rientra nella cosiddetta "mediocrità" della rete, che moltiplica le probabilità di incomprensioni (non ci si vede in faccia, non si sente il tono di voce, etc.).

E il sassolino nella scarpa, poi, ce l'abbiamo un po' tutti qua, eh....

allelimo ha detto...

Sigur Ros, ma che ti devo dire: non è questione di sassolini, è che non mi sembrava di meritare tutti le frecciatine che mi avete inviato tu e silvano negli ultimi giorni.

Poi siamo ancora lì: quello che scrivi tu è "la tua percezione sincera delle cose", quello che scrivo io è invece "sfogare il mio fastidio in modo plateale".
E siamo ancora lì anche con Lady Gaga: se da fastidio l'ironia, allora non è lecito neppure scherzare su Lady Gaga, piaccia o no a qualcuno o a nessuno che frequenti questo blog. Se invece è lecito per te scherzare su Lady Gaga perchè non ti piace, allora è lecito per me scherzare su Litfiba e Springsteen.

E mi permetto di farti notare che la questione "snobismo" l'hai tirata fuori tu, non io.
Sul parlare di musica e non offendere chicchessia, scuami, ma immodestamente credo che questo sia un blog pieno di discussioni puramente musicali accese e partecipate.
Gli insulti, non mi risultano: puoi spiegarmi dov'è che ho scritto parole offensive verso qualcuno sul mio blog? Non riesco a trovarle, in realtà mi sembra di usare un'ironia molto bonaria.

silvano ha detto...

Vabè, porterò tarallucci e vino, la chitarra da spiaggia da 50 euro la porterà Ale.

DiamondDog ha detto...

Sì però adesso non esageriamo joyello dai.
La Stefani Germanotta ha scelto lei di stare nei confini del pop da classifica.
Poi ho visto anch'io i video dove suona il piano e canta bene, capisco anch'io (pur non essendo un musicista) che alcuni pezzi sono ben scritti e soprattutto ben arrangiati, vedo che fa un utilizzo dello "stile" (nel senso più ampio del termine) discutibile ma interessante.
Ma sempre canzonette da doccia restano, per me.

DiamondDog ha detto...

Sulla discussione dello snobismo posso dirvi che sinceramente E CON TUTTO IL MIO RISPETTO PER VOI avete un pò frantumato i maroni? Minchia che stress!
:-)

Simone Cavatorta ha detto...

Joyello: ottimo intervento, sono d'accordo su tutto, in linea di principio pure su Lady Gaga (conosco solo un paio di canzoni, ma credo che Bad Romance sia un signor pezzo pop, nel suo genere).
Sigur Ros: guarda, come dice Joyello anch'io credo che la provocazione sia la cifra stilistica di Allelimo; credo, però, che lui sia bravo a mantenere questo atteggiamento nei limiti, senza offendere, al massimo facendo un po' incazzare qualcuno (anche il sottoscritto, a volte), il che - nella maggior parte dei casi - dà il via a discussioni interessanti e anche a piacevoli cazzeggi tanto per farsi due risate.
Capisco che una rubrica come Dischidimmerda possa urtare la suscettibilità di qualcuno, ma penso che l'obiettivo sia proprio quello: smontare qualche mostro sacro senza tanti complimenti, in modo da tirar tutti dentro alla discussione per poi confrontarsi senza troppi peli sulla lingua. A volte, la paura di urtare la sensibilità degli altri spinge ad eccessi di politically correct e di cautela nell'esprimere i propri pareri, suprattutto su certi blog. Qui il clima è differente, e non credo sia un male.

Harmonica ha detto...

appunto, che palle !

allelimo ha detto...

silvano: se invece dei tarallucci porti un po' di salumi assortiti ti insegno a suonare "Wish you were here", fidati, è facile facile :)
DiamondDog: frantumato i maroni dici? Ma avevi per caso notato il titolo di questo post? ;)
Simone Cavatorta: sono d'accordo sulla provocazione (nell'intenzione) ironica, che continuo a pensare sia una cosa molto diversa dall'insulto gratuito, e ti ringrazio anche per avere una volta di più cercato di chiarire lo spirito della rubrica "Dischidimmerda" - che, per inciso, ha cambiato recentemente nome: l'ultimo episodio era intitolato "Artistimmensamentebravichenonmipiaccionopropri", il prossimo vedarèm... :)
Lady Gaga: di Lei, signorina, poco mi interessa. Non capisco neppure perchè si stia parlando della Sua musica, che semplicemente non ho tempo di ascoltare ed eventualmente apprezzare, perchè si fanno delle scelte, alcune aprioristiche e sbagliate. Ma non c'è modo di ascoltare tutto quello che esiste nel mondo della musica.
Mi spiace però che le offese verso di Lei ("Lady Caga") vengano percepite come lecite e dovute, mentre dire di Springsteen o dei Litifba che non mi piacciono viene percepito come un reato di lesa maestà.
Tanto Le dovevo, colgo l'occasione per porgere etc. etc.

Lucien ha detto...

Quoto Joyello: un po' di sano snobismo (però senza puzza sotto il naso e mantenendo l'umilté.

L'esempio che ha fatto sugli Arcade Fire invece, rende molto l'idea dell'atteggiamento indie snob del cazzo di certi soggetti.

"Sto aspettando con ansia il momento in cui i fans disconosceranno gli Arcade Fire, solo perché ne ha parlato Mollica al TG2. Succederà, lo sapete, no?"

silvano ha detto...

Eh ok, e allora facciamo anche la polenta con la pastissà de caval e un fiume di amarone.

Anonimo ha detto...

vittimismi assortiti