lunedì 8 ottobre 2012

Hook vs. Sumner

Questa è una cosa che mi rende davvero triste: i litigi tra gli ex-Joy Division e New Order.
Ne trovate un riassunto a tutt'oggi su questo articolo di SentireAscoltare.

Hanno cominciato da un paio di anni a farsi pure i dispetti: Peter Hook fa i concerti suonando gli album interi dei Joy Division e prossimamente dei New Order, Bernard Sumner fa una reunion senza invitare il bassista e annuncia nuove registrazioni dei New Order per il 2013.

Senza la minima eleganza: sono purtroppo (come dice Peter Hook) due grassi signori ormai di mezza età che non sanno far altro che litigare, come due vecchie zitelle, per gli scampoli della fama e della gloria legati a due gruppi davvero storici.
Anche se sembra (non li ho evidentemente mai conosciuti di persona) siano sempre stati due discrete teste di cazzo, adesso sono diventati nè più nè meno di due Pink Floyd qualsiasi...

Naturalmente, oltre agli scampoli di cui sopra, c'è pure la questione tutt'altro che marginale dei diritti economici, ma mi fa davvero tristezza pensare al chitarrista e al bassista dei Joy Division che litigano per qualche soldo.

Io, come tutti, avrei voluto che almeno la mia generazione, almeno i miei "eroi" fossero un pochino migliori degli altri.
Anche senza arrivare all'esagerazione teorizzata da Simon Reynolds: "ogni generazione invecchiando vorrà vedere la propria gioventù musicale trasformata in mito e monumento".
Mi sarebbe bastato, al posto di miti e monumenti, un po' più di coerenza tra il punto di arrivo e le idee da cui si era partiti.
Non è mai successo, eh.
Ma sarebbe stato bello se ci fosse stata una prima volta.

34 commenti:

Lucien ha detto...

Che tristezza!
Si sa che per i soldi ci si scanna anche nelle migliori famiglie, figurati. Scazzare in un gruppo poi è una cosa molto facile: chi ne ha fatto parte (anche in piccolo) l'ha di certo vissuto.
Noi almeno, visto che di soldi ce n'erano ben pochi, litigavamo solo per motivi "ideologici".

enri1968 ha detto...

Alle, parole sante, le tue.

tony-face ha detto...

E' uguale per tutti, purtroppo: dai Clash ai Jam, agli Stranglers agli Husker DU, ai..Not Moving...litigi, insulti, ripicche e gente che va avanti con il nome senza gli altri etc etc...
I migliori rimangono i New Trolls con tre/quattro gruppi con più o meno l ostesso nome "I veri New Trolls" , "La storia dei New trolls" e cose del genere che suonano gli stessi pezzi i ngiro per l'Italia.
Non male anche Marky Ramone che suona i Ramones...
E, freschi freschi, i Beach Boys con uno (Mike Love mi sembra) che ha licenziato gli altri membri originari e andrà vanti con il nome Beach boys (di cui è proprietario) con altri session men....OLE' !!

allelimo ha detto...

Però loro sono quelli che avevano deciso che se fosse successo qualcosa a uno di loro avrebbero cambiato nome, e quando è morto Ian Curtis l'hanno fatto.
Vederli sputtanarsi trent'anni dopo proprio come tutti gli altri, boh...

tony-face ha detto...

ideali di gioventù...e pensione in arrivo

allelimo ha detto...

Esatto, ed è proprio da lì che nasce la tristezza...

brazzz ha detto...

profonda tristezza,alle.la nostra generazione evidentemente non è migliore della passata e non sarà,temo,peggiore della prossima..fa male davvero...
sui clash però una annotazione..si son scazzati per tutto tranne che per i soldi,quindi non li metterei nel gruppo..anche byrne e tina si son scazzati di brutto,ma anche loro non per soldi..diciamo xhe il buon david paresia un filo egocentrico...

joyello ha detto...

Boh, allelimo, fai tanto il superiore e poi crolli su ideologie da adolescente come queste. I Joy Division sono sempre stati delle teste di cazzo. Teste di cazzo che hanno fatto ottima musica, anzi sarebbe forse il caso di dire che hanno fatto ottimi dischi, ché dal vivo erano (e sono) sempre penosi.
Io li ho adorati e seguiti sempre anche in certe imbarazzanti scissioni chiamate Electronic, Monaco e The Other Two (quelle elegance, n'est pas?) che già nei "gloriosi" anni 80 avevano messo in luce la classe di questi signori. Insomma: chissenefrega? Si litiga, si fa pace, ci si batte in tribunale e poi... si torna a suonare assieme quando comincia a diventare difficile mantenere l'appartamentino di 600mq a Grosvenor Square... E noi? Beh, a noi rimarrà sempre la consolazione di poter ascoltare "Atmosphere" o "True Faith"...che non è affatto poco.

allelimo ha detto...

brazzz, non conosco i retroscena di Clash e Talking Heads, però i Clash senza Mick Jones li ho visti ed erano una roba brutta.

joyello, io non "faccio" il superiore: modestamente, lo nacqui.
Però le ideologie da adolescente, non ci vedo nulla di sbagliato: il discorso sarebbe lungo e non ho voglia di farlo, ma in fondo non è quello che siamo tutti, adolescenti un po' troppo cresciuti e con i capelli sempre più grigi?

Invece di occuparci di cose serie stiamo qui a scrivere di musica, a parlare di dischi e di musicisti: tutte cose di cui gli adulti di una volta non si occupavano...

E quindi, se vedo un gruppo musicale che litiga per i soldi, continuo a rimanerci male.
Perchè d'accordo che il cantante non è la canzone, ma se il cantante è uno stronzo, la canzone mi piace un po' meno.

Lucien ha detto...

Veramente anche oggi conosco ben pochi over 40 (a parte il mondo bloggers) con cui parlare di musica, dischi e concerti e i pochi che frequento di persona, (tranne uno) sono rimasti fermi ai primi anni '80.
Per me è un fatto di pura passione, come possono esserlo il cinema, la letteratura, la danza, ecc...

Anonimo ha detto...

"nè più nè meno di due Pink Floyd qualsiasi"...cioè, tu credevi che Hook e Sumner (tra l'altro due musicisti scarsi baciati sulla fronte dalla fortuna) non potessero essere due dinosauri del rock qualsiasi?

W

joyello ha detto...

Nemmeno io vedo nulla di sbagliato nelle ideologie da adolescente. Semplicemente da quando non lo sono più, mi sono emancipato anche da queste ideologie coi brufoli. Per inciso, io non sono più adolescente dall'età di 13 anni :-)

Ed io, ho anche un'altra stranezza, a quanto pare: non sopporto le rockstar simpatiche. Me ne sono fatto una ragione: i gruppi e i musicisti che mi piacciono sono tutti antipatici, dagli Afterhours agli Oasis, dai New Order ai Pink Floyd, dai beatles ai Cake... se sono piacioni, vaffanculo! :)

allelimo ha detto...

Lucien: ovvio che con il mio "tutti" mi stessi riferendo al mondo dei bloggers :)
Poi la pura passione si lega magnificamente con l'adolescenza, e tutto torna...

W: come ho scritto sopra, ci speravo.
Speravo che la nostra generazione, quella (semplifichiamo) cresciuta con il punk, sarebbe riuscita a essere almeno un po' diversa da quelle precedenti.
E invece, come d'altra parte dimostra la storia, la nostra generazione è nè più nè meno come tutte le altre, precedenti e seguenti.
Come dice tony-face (anzi M.me Lilith), "ma a te il punk non ha insegnato niente?"
E la risposta, purtroppo, è "no".

Hook e Sumner musicisti scarsi, anche no eh: strumentisti scarsi ci sta, soprattutto il Sumner - che già Peter Hook ha inventato un modo di suonare il basso, tecnicamente non complicato, ma "nuovo" sì.
Ma musicisti scarsi proprio no: non fosse altro per la loro influenza sulla musica post-Joy Division.
Sono anzi l'esempio perfetto di quello che intendo io per "musicista": qualcuno che fa musica con le idee e non con la mera abilità tecnica.

joyello, ma chi sarebbero le rockstar simpatiche?
Non me ne viene in mente nemmeno una.
Avrei detto i Beatles, ma li hai già messi tra gli antipatici...

Anonimo ha detto...

Beh, mi dispiace.
Non credevo fossi arrivato fino ad oggi pensando che la generazione cresciuta col punk, che fondamentalmente ha espresso tutto e il contrario di tutto, non dovesse arrivare a litigare per soldi...

Oh, che poi bisognerebbe sapere cosa è successo... Sono d'accordo che son storie tristi, però quando ci sei dentro magari non tutto è così scontato.

Sul giudizio musicale invoco il diritto di buttarla sul mi piace/non mi piace.

W

PS: cazzo scusa, ma è un po' che te lo volevo dire: "anche no" è una delle espressioni più urticanti della storia;-)

joyello ha detto...

Rockstar simpatiche? Non esistono. Già le due parole assieme fanno subito ossimoro.
:-)

allelimo ha detto...

W, non mi devo essere spiegato bene.
Non ho detto che avevo PENSATO fino ad oggi che la generazione cresciuta col punk etc. non litigasse sui soldi, ho detto che avevo SPERATO che sarebbe riuscita a essere un po' meglio delle altre generazioni.
Almeno qualcuno di noi.
Invece no: da qui la tristezza.

Poi oh, se vale tutto e non ci si deve scandalizzare di nulla, che ti devo dire... non sono d'accordo: pensa che anche politicamente, per dire, tra il PD e il PDL mi fa ancora un po' più schifo il PDL.

Sul giudizio musicale, mi piace/non mi piace è perfettamente legittimo e ben diverso dal definire qualcuno musicista scarso.
(E comunque, musicista è molto diverso da strumentista)

"Anche no", pensa un po', come espressione mi piace molto.
La usa spesso Gianmarco Bachi, uno dei miei conduttori preferiti di Radio Popolare, e la trovo molto efficace.

allelimo ha detto...

Rockstar simpatiche, anche no?
:)

Anonimo ha detto...

Ci mancherebbe e mi dispiace sul serio, ma...su con la vita!

Su Hook e socio intendevo proprio musicisti scarsi, fanno musica che non mi piace, che ha influenzato altra musica che mi piace ancora meno.
Tantissime idee e novità - vero - ma, secondo me, idee di "scarso" valore, il che mi fa pensare a scarsi musicisti...

Sull'espressione usata da Gianmarco Bachi (chi è?) soprassiedo: leggerla di nuovo scritta da me, sarebbe come schiacciarmi i maroni da solo

W

allelimo ha detto...

Gianmarco Bachi è uno dei miei conduttori preferiti di Radio Popolare, mi sembrava di averlo scritto sopra... :)

L'associazione musicisti scarsi/musica che non mi piace, boh, non sono tanto d'accordo.
A me non piace molto, per dire, il jazz o il pop orchestrale, ma non per questo giudico Miles Davis o Burt Bacharach "musicisti scarsi".

DiamondDog ha detto...

beh non sempre va così, i Led Zeppelin pur tra incomoprensioni e litigi vari non si sono mai trascinati per i capelli sulla pubblica piazza, sono stati coerenti quando morì Bonham si sciolsero per sempre e talvolta collaborano a due a due in modo artisticamente piacevole. Si vede che nel rock duro ci sono meno teste di cazzo che altrove.....
:-)

tony-face ha detto...

Poi c'è chi ritrova l'amicizia per le reunion (vedi Eagles e Litfiba che non si parlano ma per due lire/euri ritornano live, abbracciati e felici).

allelimo ha detto...

DiamondDog, "si sciolsero per sempre" dipende molto da quale significato si vuol dare alla parola "sempre".
Non essendo espertissimo del gruppo, cito da Wikipedia:
"A seguito dello scioglimento del gruppo, i componenti della band presero strade diverse e si sono riuniti solo in cinque eventi: nel 1985 in occasione del Live Aid con Phil Collins alla batteria, nel 1988 per l'anniversario dell'Atlantic Records con Jason Bonham dietro il drumkit paterno, in una cerimonia segreta nel 1990 per il matrimonio di Jason Bonham, nel 1995 in occasione del loro ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame con gli Aerosmith e Neil Young e, infine, nel 2007, di nuovo con Jason Bonham alla batteria, in un concerto di beneficenza per la Ahmet Ertegün Foundation alla O2 Arena di Londra. Quest'ultima è stata una vera e propria riunione con un concerto di 2 ore a differenza delle precedenti comparsate di 30 - 40 minuti."
In ogni caso, incomparabilmente meno ridicoli degli ex-New Order.

tony-face, i Litfiba?
Va bene che anche loro fanno parte della generazione cresciuta col punk, ma io stavo parlando di delusione provocata dai nostri "eroi"...

Anonimo ha detto...

L'associazione musicisti scarsi/musica che non mi piace ci PUO' ANCHE stare, secondo me...ma visto che sei triste, ritiro ;-)...e mi limito a dire che la loro musica per me è scarsa a botta...

Sulla questione, che ti devo dire...però comprendo la tua tristezza, anche perchè la si può vedere in termini generali perfino peggiori: il punk è esploso cagando in testa alla generazione hippy e al fallimento dei suoi sogni e ideali, ecc...beh, effetivamente la generazione del punk cosa ha fatto di meglio di quella precedente?(in realtà su questo ci starebbe un altro post+dibattito)... e già come fallimento non è male...un po' mi dispiace e un po' ci godo...

W

joyello ha detto...

rifacendomi alla prima riga del commento di W qui sopra, propongo di istituire "l'associazione musicisti scarsi" di cui posso ambire a diventare presidente.
:-)

Anonimo ha detto...

Ahahahah! Peter Hook e Bernard Sumner tesorieri!...

W

allelimo ha detto...

A.M.S. (Associazione Musicisti Scarsi) grande idea!
Io aderisco con la carica di "Re".
:)

Anonimo ha detto...

Re...maggiore stonato ovviamente!

W

allelimo ha detto...

Re maggiore, che banalità...
Pensavo a qualcosa di molto più esotico e raffinato, tipo un Re minore 6 add 9 o un Re 7 sus 4
:)

Anonimo ha detto...

What?!?!?!?!

W

allelimo ha detto...

Re minore 6 add 9:

|--X--|
|--5--|
|--4--|
|--3--|
|--5--|
|--x--|


Re 7 sus 4:

|--10--|
|--10--|
|--12--|
|--10--|
|--12--|
|--10--|

Anonimo ha detto...

???????????????????????????

allelimo ha detto...

!

brazzz ha detto...

mi propongo come peggior batterista del 900...

p65 ha detto...

oibo'...m'ero perso il blog, recuperato in extremis via FB...potrei scriverci un papiro, ma mi limito a condividere in toto le considerazioni dell'allelimo su quelli che erano anche i miei "eroi", quelli che mi aprirono le porte a piaceri sconosciuti. Tra l'altro lo stesso Hook e' responsabile di avermi stimolato a tentare di suonare il basso
:D